PORTOGALLO: COSA VISITARE IN 10 GIORNI


Portogallo. Eccomi qua a raccontarvi tutta la mia esperienza passata in questa nazione meravigliosa e a condividere con voi tutto il mio viaggio attraverso le foto mie e di Marco, ovviamente insieme a qualche prezioso consiglio.

Noi abbiamo trascorso dieci giorni itineranti tra spiaggie incredibili, città marittime, un'oceano pazzesco e tante altre belle esperienze, oltre ad aver mangiato il pesce fresco più buono del mondo.

Ecco il racconto del mio viaggio in Portogallo!

10 giorni in Portogallo con Hostelsclub

Per questa esperienza in Portogallo abbiamo deciso di pernottare da Hostels Hub, una struttura partner di Hostelsclub, un portale giovane e dinamico che consente a migliaia di viaggiatori come me di prenotare in tutto il mondo in modo facile, veloce e sicuro.

Tra le tante sistemazioni disponibili abbiamo scelto un ostello in centro a Lisbona comodissimo per poter esplorare tutta la città.

La zona colazione, l'ingresso e la sala relax al primo piano erano molte carine, colorate ed accoglienti, con tanti pouf e divanetti dove parlare o prendere un caffè ed un arredamento in vero stile portoghese che ci ha fatto sentire completamente a casa.

La nostra camera invece era semplice ma ben arredata con un balconcino in puro stile moderno che si affacciava sul patio interno dell'ostello.

Dovete sapere che non tutti gli ostelli hanno camere condivise con persone sconosciute; è possibile prenotare anche camere per due (con due letti singoli o uno matrimoniale) in tutta privacy e riservatezza con bagno personale incluso. Io e Marco infatti abbiamo optato per questa soluzione, ma facendo comunque amicizia con moltissimi ragazzi nel momento della colazione, che poi è anche la parte bella del soggiornare in un ostello, ma godendosi comunque la riservatezza avendo una camera per noi e non spendendo cifre folle come essere in un hotel.

Se anche voi volete affittare una camera guardate qua: ostelli Lisbona.

Inoltre sul sito trovate anche una mia intervista ed un mio articolo sulla mia esperienza a Berlino.

Ma ora veniamo al racconto dei nostri dieci giorni.

Portogallo: tutti i posti più belli da vedere

Anche stavolta ci siamo affidati a RyanAir, in quanto il volo è diretto dall'aeroporto di Orio al Serio a Bergamo. Dopo circa tre ore di volo siamo arrivati a Lisbona dove ad accoglierci abbiamo trovato un clima già totalmente estivo (34 gradi) al contrario di quando siamo partiti sotto la pioggia con 10 gradi.

Lisbona

I primi 4 giorni li abbiamo passati alla scoperta della capitale portoghese.

Lisbona è la capitale europea più occidentale (isole escluse) e l'unica capitale ad affacciarsi sull'Oceano Atlantico. La città è situata nella parte occidentale della Penisola iberica ed è percorsa dal fiume Tago. Questa città inoltre è considerata una città globale in virtù della sua discreta importanza in settori come arte, commercio, editoria e turismo.

Esplorare in lungo ed in largo la città è stato davvero bello e tra le tante attrazioni che abbiamo visto ecco le quattro che ho preferito:

LX Factory. Ex polo industriale del tardo ‘800, si trova nel quartiere di Alcântara ed è il centro culturale più interessante della città. Fucina creativa e luogo di aggregazione tra i più apprezzati dal popolo lisboeta, è un enorme spazio pluriuso con shops, botteghe artigiane, workshops, ristoranti e bar. Noi lo abbiamo esplorato anche all'interno dove vi consiglio di fare un giro durante il weekend quando gli uffici saranno chiusi in modo da poter apprezzare i loro spazi enormi ed il mood di ex fabbrica stile berlinese.

Castello di St. Jorge. Grazie all'Ente del Turismo del Portogallo ho avuto un pass stampa per visitare questo meraviglioso castello che sorge nel sito dell'acropoli della città antica che domina l'Alfama, il quartiere più anticamente abitato della città e l'unico della città vecchia sopravvissuto al terremoto. Questa fortezza, una dei principali siti storici e turistici della città, si trova sulla collina più alta del centro storico. L'occupazione umana della collina del castello risale almeno all'VIII secolo AC, mentre le prime fortificazioni costruite risalgono al I secolo aC.

Il posto è veramente molto bello e nel giardino principale ci sono tanti pavoni che girano tranquilli tra le persone. Immaginate che bei momenti per una come me che adora gli animali.

Torre di Belém. Ecco il luogo da dove Vasco de Gama partì alla conquista dell'impero; questa torre fortificata si trova in un quartiere bellissimo della città ed è un sito del patrimonio mondiale dell'Unesco che ha avuto un ruolo chiave nell'Era delle scoperte dell'Europa poiché serviva sia come fortezza che come porto da dove gli esploratori portoghesi partirono per stabilire quale sarebbe stato il primo commercio europeo nella storia con Cina e India. I luoghi che la circondano solo davvero da sogno, come un parco gigante di fronte alla torre (dove potersi rilassare e leggere un libro) ed una zona portuale dove noi ci siamo fermati a vedere dei pescatori.

Cristo Rei + Ponte 25 de Abril. Uno dei luoghi più incredibili che ho apprezzato di Lisbona, più precisamente di Almada visto che si trova sulla riva sinistra del fiume Tago e di fronte alla città di Lisbona, è stato questo: un posto dove da un lato sembrava di essere in Brasile, dall'altro in Puglia (con olivi ovunque) e dall'altro a San Francisco. Il Cristo Rei è infatti la riproduzione in tono minore del Cristo Redentore che si trova a Rio de Janeiro, eretto come ringraziamento per il mancato coinvolgimento del Portogallo nella seconda guerra mondiale; sicuramente il monumento più alto che abbia mai visto (103 metri di altezza). Di fronte al monumento si puà vedere in lontanza il Ponte 25 de Abril, un ponte sospeso sull'estuario del fiume Tago che collega la capitale alla città di Almada. Di aspetto imponente, la costruzione in acciaio si estende per quasi 2 km e presenta un'autostrada a 3 corsie nella parte superiore ed una linea ferroviaria in quella inferiore. Il ponte venne costruito dall'American Bridge Company, la stessa compagnia che si occupò della costruzione del famoso Golden Gate Bridge di San Francisco, al quale, appunto, è ispirato.

Tra le piazze da vedere invece vi suggerisco Placa do Rossio e Placa do Comercio, come strada Pink Street, una strada super colorata e come la pavimentazione rosa nel centro della città e Barrio Alto e Alfama come quartieri (che volendo potete percorrere sul tram 28).

Un altro giorno lo abbiamo passato alla scoperta del Pena Palace (o Palacio da Pena) a Sintra, un palazzo/castello situato sulle colline della città portoghese di Sintra. Il palazzo è sotto la tutela dell'Unesco da cui è stato inserito nel Patrimonio dell'umanità (come tutto il centro storico di Sintra) nel 1995 e il 7 Luglio 2007 è stato eletto una delle 7 meraviglie del Portogallo. Ferdinando II del Portogallo ordinò la costruzione del palazzo nel 1836; la costruzione terminò nel 1885 (anno della morte del re) e il palazzo fu aperto al pubblico dopo la proclamazione della Repubblica nel 1910, ovvero una volta divenuto proprietà dello stato. All'interno è un vero spettacolo con sala gigantesche e degli arredamenti in puro stile ottocentesco. Io ne sono rimasta incantata!

Uno dei momenti più belli del nostro viaggio però è stato a Cabo da Roca, il punto più ad Ovest d'Europa, una scogliera meravigliosa a picco sull'oceano che il poeta Luis Vaz de Camoes ha definito: "Qui dove la terra finisce ed il mare comincia". Noi ci siamo fermati a guardare un tramonto incredibile ed un faro bellissimo risalente al diciottesimo secolo. Se andate in Portogallo questo luogo non potete perdervelo.

I restanti giorni li abbiamo trascorsi in giro tra Nazarè, nell'incredibile e deserta Praia do Norte (dove ci sono le onde più alte d'Europa), Peniche, una spiaggia meravigliosa lunga chilomentri e chilometri e Senhora da Hora (a nord dell'isola). In tutte queste spiaggie c'eravamo solo io e Marco considerando che eravamo in centro al Portogallo (solitamente tutti i turisti vanno nelle spiaggie vicino alle città), non era ancora alta stagione e ci siamo andati durante la settimana. Noi apprezziamo le spiaggie selvaggie e deserte, ma se invece cercate cose più facilmente raggiungibili e più turistiche, noi siamo stati anche a Costa de Caparica, Boca do Inferno (un'altra scogliera pazzesca a picco sul mare) e Cascais (dove noi abbiamo mangiato in un ristorante ottimo - Caffè Italia).

Non per ultima, degna menzione, Porto, dove abbiamo trascorso gli ultimi giorni della nostra vacanza (per poi ripartire in aereo da lì verso Bergamo). Porto è una città colorata, aperta, con persone amichevoli e dipinti sui muri stupendi (non perdetevi Half Habbit, un consiglio fatto a murales realizzato con i rifiuti) e palazzi caratterizzati da ceramiche celesti. La città si gira tranquillamente a piedi e vi consiglio di fare così per godervi appieno l'essenza della città fatta di murales, palazzi colorati ed una zona porto molto bella.

Spero che abbiate trovato utile questo mio diario e che vi possa essere d'ispirazione se avete in programma di organizzare un viaggio in Portogallo!

Per qualsiasi domanda o commento vi aspetto come sempre qua sotto o via email! Buona giornata e a prestissimo con un nuovo post!

Articolo precedente Articolo successivo

<< STIVALETTI COLORATI, IL TREND PER L'ESTATE LE NOVITA' DI WILKINSON >>

#portogallo #hostelsclub #travel #giugno2019

 ABOUT 

Monelle Chiti nasce in Toscana nel 1983 e dopo aver studiato Fotografia a Firenze si trasferisce a Milano dove inizia la sua carriera di fotografa e blogger...

 FOLLOW ME 
  • Wix Facebook page
  • Wix Twitter page
  • Icona App Instagram
  • Flickr App icona
 LATEST POSTS 
 MOST READ 
 ARCHIVE 
 CATEGORIES 
Per acquistare i miei capi
clicca qua sotto
Monelle Chiti_armario_IT.jpg
  HOT THIS WEEK  
  FOLLOW ME LIVE ON  
  • Icona App Instagram
  • Wix Facebook page
  • Wix Twitter page
  • Flickr App icona
  YOU MIGHT ALSO LIKE  

                                    FOLLOW ME ON INSTAGRAM                                   

  • Instagram
  • Facebook
  • Twitter
  • Flickr
© 2021 - MONELLE CHITI.  ALL RIGHTS RESERVED. FOR INFO, WORKS AND COLLABORATIONS WRITE TO:  MONELLECHITI@HOTMAIL.IT