MAIORCA: COSA VEDERE, DOVE DORMIRE E MANGIARE


Maiorca, Isole Baleari. Anche quest'anno io e Marco abbiamo pensato di concederci qualche giorno di relax a Settembre visto che entrambi i nostri impegni lavorativi non ci hanno permesso di andare in vacanza prima (come quasi sempre succede).

Grazie all'Ente del Turismo delle Baleari siamo stati invitati a conoscere meglio l'isola grazie ad alcune escursioni e visite in luoghi speciali. Ma andiamo per ordine...

Maiorca è l'isola più grande dell’arcipelago delle Baleari, nonchè la più popolosa in Spagna seguita da Tenerife nelle Isole Canarie.

L'isola è ideale per gli amanti delle spiaggie, delle escursioni, degli sport acquatici e degli appassionati di immersioni subacquee e rappresenta la vacanza ideale per famiglie con bambini, coppie e gruppi di amici; l'isola infatti offre svariate attività compresi campi da golf, parchi acquatici, luna park, mercatini, musei e gallerie, porti turistici esclusivi e cocktail bar.

Il clima tipicamente mediterraneo ha temperature molto alte in estate (superiori ai 30 C°) e moderatamente basse in inverno (raramente inferiori a 5 C°) rendendo l'isola da Aprile ad Ottobre sempre piena di turisti, in prevalenza inglesi e tedeschi.

Noi, per poterla visitare al meglio, abbiamo soggiornato per una settimana all'Apartament Sol Naixent, un residence bellissimo a Cala Ferrera a Sud-Est dell'isola. La zona è molto tranquilla con il mare a 200m, quindi se state cercando una vacanza all'insegna del relax vi consiglio questa zona, altrimenti se siete persone amanti della discoteca e del divertimento serale vi consiglio di soggiornare nella parte Ovest dell'isola.

I posti dove mangiare sono tantissimi, ma noi la sera, anche per comodità - visto la stanchezza e la vicinanza dal nostro appartamento - abbiamo sempre cenato a Cala Ferrara al Ristorante Casablanca: la pizza è ottima e anche la paella, per non parlare delle patatas bravas, un piatto tipico spagnolo assolutamente consigliato. Io le ho adorate!

Maiorca: Tutto Il Racconto Del Mio Viaggio

Anche stavolta ci siamo affidati a RyanAir, in quanto il volo è diretto dall'aeroporto di Orio al Serio a Bergamo. Dopo circa un'ora e mezza siamo arrivati a destinazione dove ad accoglierci abbiamo trovato un clima bellissimo - al contrario di quando siamo partiti sotto la pioggia.

I posti da vedere sono molti ma noi abbiamo puntato principalmente alla scoperta delle calette più belle cercando il mare cristallino dove tuffarci.

Es Trenc: La Spiaggia Più Popolare

Il primo giorno abbiamo visitato Es Trenc (45km da Palma di Maiorca), la spiaggia più popolare dell'isola; lunga 2 km conserva un mare molto pulito per le sue acque cristalline dalle infinite sfumature di azzurro e dalla sabbia bianchissima che crea uno straordinario contrasto con il colore del mare.

Attorno a questa spiaggia non sono sorti mega alberghi o villaggi turistici e questo ne ha preservato fortunatamente l'aspetto naturale, reso ancora più selvaggio dalla presenza delle dune e da una zona lagunare alle sue spalle. Questa spiaggia è ideale per chi ama passeggiare in riva al mare e per chi vuole spostarsi un pò più in là a cercare l'angolino giusto dove stendere l'asciugamano.

Ci sono posti dove si può noleggiare un ombrellone, ma sinceramente vi consiglio di portarvene uno da casa e sostare dove volete. Essendo una delle più visitate (e con il parcheggio a pagamento - vi consiglio quindi di parcheggiare un po' più distante e farvi due passi a piedi), si riempie facilmente; cercate quindi di arrivare presto o camminare un pò per trovare più tranquillità.

Cala D'Or: L'Eleganza

Cala D'Or è stata la nostra metà il secondo giorno. La zona è divisa in tre aeree: il centro di Cala D'Or, Cala Egos e Cala Ferrera.

Nel centro di Cala D'Or le case sono quasi tutte verniciate di bianco Mediterraneo stile Ibiza e donano a questo luogo un carattere davvero solare. Non abbiamo visto alberghi e residence nel nostro percorso, il clima che si respirava è di un paesino marittimo molto tranquillo e carino. Idem a Cala Egos, caratterizzata da rocce frastagliate e acque limpide; noi ci siamo avventurati sulla costa per godere la vista un po' più dall'alto e abbiamo fatto un giro della cala. Il tempo purtroppo non era dei migliori, quindi non abbiamo fatto il bagno, ma il panorama era davvero bellissimo!

Port d'Alcudia: Turismo e Vita Notturna

Port d'Alcudia è il centro della vita notturna della parte settentrionale dell'isola.

Come suggerisce il nome, questa è una città portuale ed un luogo molto popolare per i marinai; a causa della posizione e della bellezza dei dintorni, la località attira quindi molti turisti. Noi che appunto eravamo in giro per rilassarci e godere i panorami, abbiamo fatto una passeggiata a Playa de Muro per ammirare la favolosa spiaggia e le bellissime palme per poi perderci nei negozietti del centro.

Cabrera e Grotta Azzurra: un'esperienza indimenticabile

Il quarto giorno siamo stati invitati dall'Ente del Turismo delle Baleari a fare un'escursione su un gommone verso la stupenda Isola di Cabreba, una piccola isola dell'Arcipelago delle Baleari a pochi minuti di barca a Sud di Maiorca. Dal 1916 è stata destinata a zona militare e per questo è stata risparmiata dallo sfruttamento turistico; non è possibile quindi abitare sull'isola nè avvicinarsi troppo se si attracca eccetto alcune visite guidate fatte settimanalmente.

Noi siamo partiti da Colonia De Sant Jordi e abbiamo fatto il giro dell'isola sul gommone; durante il viaggio ci siamo fermati in un paio di punti a fare il bagno, uno tra questi all'interno della Grotta Azzurra, un posto stupendo dove l'acqua assume un colore meraviglioso e, facendo snorkeling si possono ammirare un sacco di pesciolini dai colori bellissimi.

Inutile dire che vicino a Cabrera l'acqua è calda e stupenda; l'escursione è stata davvero bellissima e vi consiglio di farla assolutamente se venite a visitare l'isola.

Cuevas del Drach: Una Meraviglia Naturale

Cuevas del Drach è una delle meraviglie naturali plasmate dal lavoro instancabile dell'acqua che, infiltrandosi in terreni dell'era terziaria trascinando il carbonato di calcio, ha creato sculture ineccepibili.

In 700 metri di percorso sotterraneo si trovano migliaia di stalattiti e stalagmiti, centinaia di colonne, massicci calcarei che configurano un ambiente surreale eppur concreto dove la fantasia umana può perdersi e lasciarsi andare. Anche questa volta l'Ente del Turismo delle Baleari ci ha fatto trovare degli inviti speciali per poter visitare questa meraviglia. Alla fine del percorso abbiamo assistito anche ad un concerto composto da 4 violini ed un violoncello in un'atmosfera così suggestiva e magica da non crederci. Nel nostro soggiorno sull'isola questo è stato sicuramente uno dei nostri posti preferiti!

Cala Vasquez: La Bellezza

Cala Varquez è una spiaggia naturale sulla costa orientale di Maiorca e grazie alla sua posizione remota molti turisti non ne conoscevano l'esistenza fino a pochi anni fa. Tuttavia, negli ultimi anni, la spiaggia ha visto un numero sempre più crescente di visitatori; l'unica difficoltà infatti è come raggiungerla.

La spiaggia dista a 3 km dalla strada principale e per accedervi bisogno superare un grande cancello:

c'è scritto "proprietà privata", ma ormai tutti passano di lì, quindi non fatevi problemi.

Io e Marco adoriamo camminare quindi non ci siamo lasciati scappare questa esperienza che è stata ripagata da un paesaggio spettacolare fatto di alberi, rocce e scorci bellissimi. Ad attenderci alla fine del percorso un mare incredibile e delle grotte pazzesche, alcune raggiungibili solo nuotando.

La vista dalla costa è stata a dir poco spettacolare e sulla spiaggia abbiamo trovato anche delle persone che facevano slackline. Davvero bellissimo!

Palma e S'Arenal

L'ultimo giorno lo abbiamo trascorso visitando Palma e S'Arenal, due posticini molto carini ma molto turistici. Io e Marco amiamo i posti molto più "wild", ma abbiamo apprezzato S'Arenal per la spiaggia infinita ed incredibile che abbiamo trovato davanti ai nostri occhi.

Le isole comunque hanno sempre il loro fascino e non vedo l'ora di visitarne presto un'altra.

E voi avete mai visitato le Isole Baleari?

Attendo tutti i vostri commenti come sempre qua sotto sperando che il mio diario di viaggio a Maiorca possa esservi utile per organizzare una vostra prossima vacanza.

Buona giornata e a domani con un nuovo post!

Articolo precedente Articolo successivo

<< PROFUMI E COSMETICI SCONTATI: DOVE ACQUISTARLI CINETURISMO A ROMA >>

#maiorca #isolebaleari #travel #ottobre2017

 ABOUT 

Monelle Chiti nasce in Toscana nel 1983 e dopo aver studiato Fotografia a Firenze si trasferisce a Milano dove inizia la sua carriera di fotografa e blogger...

 FOLLOW ME 
  • Wix Facebook page
  • Wix Twitter page
  • Icona App Instagram
  • Flickr App icona
 LATEST POSTS 
 MOST READ 
 ARCHIVE 
 CATEGORIES 
Per acquistare i miei capi
clicca qua sotto
Monelle Chiti_armario_IT.jpg
  HOT THIS WEEK  
  FOLLOW ME LIVE ON  
  • Icona App Instagram
  • Wix Facebook page
  • Wix Twitter page
  • Flickr App icona
  YOU MIGHT ALSO LIKE  

                                    FOLLOW ME ON INSTAGRAM                                   

  • Instagram
  • Facebook
  • Twitter
  • Flickr
© 2021 - MONELLE CHITI.  ALL RIGHTS RESERVED. FOR INFO, WORKS AND COLLABORATIONS WRITE TO:  MONELLECHITI@HOTMAIL.IT